MASSIMO NAVA

DI MASSIMO NAVA

Adesso tutti a raccontare che l’apertura delle porte ai migranti si é rivelata un boomerang elettorale per la Merkel e una manna di consensi per la l’estrema destra xenofoba che ha anche capitalizzato l’ondata emotiva e strumentale dei fatti di Capodanno a Colonia. I dati elettorali dicono questo e sottengono la tesi che in buona sostanza Angela Merkel dovrebbe ravvedersi e cambiare registro, come del resto le viene consigliato anche sul fronte del rigore di bilancio imposto alle politiche europee. Ma occorre aggiungere qualche riflessione politica.
Quando cadde il Muro, molti pensarono che il Cancelliere Kohl avesse perduto il cervello concedendo ai tedeschi dell’est il “folle” cambio del marco 1 a 1, imponendo in pratica l’immediata riunificazione della Germania e favorendo colossali investimenti a fondo perduto per la rinascita dei Land orientali. Poi si sa come sono andate le cose.
Il socialdemocratico Schroeder si giocò la rielezione per imporre riforme del mercato del lavoro e del sistema pubblico che tuttavia risanarono e rilanciarono l’economia trdesca.
Angela Merkel raccoglie la sfida dei precedessori. Sa che la questione migranti non si risolve chiudendo le porte, ma pensando al futuro di un Paese che invecchia, che ha bisogno di manodopera, che giá oggi ha visto crescere ancora la propria economia grazie anche alla mobilitazione di risorse pubbliche per fare fronte alle emergenze.
Estrema destra e xenofobia crescono con la paura, nelle situazioni di estremo disagio, quando lo Stato non é in grado di governare i processi, né di controllare l’inevitabile conflitto di bisogni fra poveri, fra ceti popolari e nuovi venuti. Ma possono essere anche fenomeni passeggeri se nel frattempo si danno forti risposte politiche, economiche, pedagogiche. Altrimenti, ogni governo europeo si troverebbe nella situazione del cane che si morde la coda o dello struzzo che non vuole vedere la realtá. I migranti arrivano comunque, ma si chiudono le porte per non fare crescere la xenofobia che cresce comunque perchè i migranti arrivano comunque.
Angela Merkel ha deciso di prendere i rischi, di governare pensando alle prossime generazioni e non alle prossime elezioni, nel solco dei politici di razza. Materiale piuttosto scarso in giro per l’Europa.

Annunci