DI GIANFRANCO ISETTA

gianfranco isetta

Per mostrare all’alba le sue pretese
ha dovuto piegarsi,
il capo reclinato con precisione
verso la quasi sera.
Ha chiesto ai giorni in cammino
verso quelle attese
la sinuosa bellezza dei ricordi
all’arrivo in quel luogo
dei ritorni dove non c’è più tempo
ma il corpo si risolve
nel rimbalzo di una rivelazione
come un rinascimento.

image

Annunci