DI SERGIO SERGI

SERGIO SERGI

Il sindaco di Firenze, Dario Nardella, molto legato a Renzi, si è scagliato contro Publiacqua dopo il rovinoso crollo sul Lungarno. Nardella ha apertamente sospettato che vi siano dirette responsabilità di Publiacqua. Forse una mano a Nardella, per capire come funziona Publiacqua, società mista pubblico-privata, potrebbero darla Maria Elena Boschi ed Erasmo D’Angelis. La prima è stata nel Cda di Publiacqua e D’Angelis ne è stato presidente. Ancora nel dicembre del 2012 Boschi e D’Angelis erano stati riconfermati. Poi una è diventata ministro e l’altro ha fatto il sottosegretario in quota Renzi nel governo Letta, poi il responsabile della struttura di missione per il dissesto idrogeologico a Palazzo Chigi. Insomma, un esperto di frane.
Il 7 dicembre 2012 Erasmo D’Angelis dichiarava: “Ci aspetta un lavoro straordinario. Siamo alla vigilia della presentazione della nuova tariffa idrica da parte dell’Autorità nazionale, e continuerà senza sosta l’impegno di Publiacqua per gli investimenti in opere infrastrutturali per mettere in sicurezza l’approvvigionamento idrico e per il risanamento dei corpi idrici depurando tutti gli scarichi, a partire da quelli che finiscono in Arno. Proseguiremo il nostro lavoro consapevoli che i cittadini hanno diritto ad avere un servizio sempre più efficiente e di qualità”. Parole sacrosante.

https://i0.wp.com/www.repstatic.it/content/localirep/img/rep-firenze/2016/05/26/073937003-690fc4eb-10da-49e6-9f7f-2ebcfc341100.jpg

Annunci