DI MARUSKA ALBERTAZZI
Maruska Albertazzi
Mio figlio odia il rosa (come me del resto), vuole i capelli tagliati cortissimi, non degna di uno sguardo le bambole, vuole indossare solo tute e da qualche giorno corre per casa gridando tutto divertito “Forza Lazio”. Questo non ci dice nulla sulle sue future preferenze sessuali, semmai ci suggerisce che si identifica col suo genere di appartenenza. Ma non se da grande amerà gli uomini o le donne.
Ho amici molto etero che adorano il rosa e mettono volentieri le gonne-pantalone, cosa che la maggior parte dei miei amici gay trova improponibile. Conosco ragazzi effeminati e tendenzialmente omosessuali attratti fisicamente da belle ragazze lesbiche molto androgine.
Ho amici gay che lo sono diventati dopo aver messo incinta la prima fidanzata. Altri che, per un periodo della loro adolescenza, hanno avuto una certa passione per le bionde con le tette grosse.
La maggior parte delle donne, etero e super femminili, che conosco non esclude di poter avere, prima o poi, una relazione con una donna.
Questo per dirvi: state sereni. Qualunque cosa facciate, diciate, suggeriate, non potete farci nulla.
Dunque sorridete e smettete di rompere i coglioni col gender di qua e gender di là, che è solo nella vostra testa.
Annunci