DI VINCENZO VASILE

VINCENZO VASILE

GAFFE SUL SITO DELLA PROCURA DI PALERMO. Rosario Di Salvo, il braccio destro del segretario del PCI siciliano Pio La Torre, ucciso con lui dalla mafia, che nelle memorie di Stato diventa ‘agente di scorta’. Forse perché sarebbe stato naturale che un bersaglio della mafia avesse una scorta. Ma così non era fino agli anni ’80. Memoria e testimonianza di Vincenzo Vasile.
LA TORRE E DI SALVO LE ULTIME DUE VITTIME DELLA GUERRA FREDDA ITALIANA, CHE USAVA LA MAFIA COME STRUMENTO DI ESCLUSIONE A SINISTRA.
http://www.remocontro.it/2016/05/26/quando-lantimafia-era-battaglia-dopposizione-e-rosario-di-salvo-non-era-poliziotto/

https://luciogiordano.files.wordpress.com/2016/05/6fafc-174731897-d64c081b-167c-4080-9a72-ca32c74e8cde.jpg?w=471&h=284

Annunci