DI ELEONORA DE SANCTIS
Ennesima tragedia, questa mattina, nel canale di Sicilia, da diversi anni teatro di orrore e disperazione. La nave Vega della Marina militare  ha soccorso 135 persone, in procinto si affondare assieme al gommone sul quale viaggiavano. Quarantacinque, invece, i cadaveri rivenuti in mare. Ancora ignoto il numero dei dispersi. La centrale operativa della Capitaneria di Porto di Roma  ha finora coordinato 17 operazioni; oltre 2000 le persone tratte in salvo.
Annunci