DI PAOLO DI MIZIO

PAOLO DI MIZIO

Nella foto che vedete ci sono le più recenti richieste di iscrizione al gruppo Paolo Di Mizio, il mio. Tranne uno, presentato da un amico e quindi degno di fede fino a prova contraria, gli altri sono tutti a me sconosciuti. Non solo: i loro profili sono stati creati, quasi tutti, pochi giorni fa. Uno addirittura ha mandato la richiesta di entrare nel gruppo appena 40 minuti esatti dopo aver aperto il suo account su facebook! Giusto il tempo di postare due fotografie anonime e via, subito la richiesta di entrare nel gruppo!
Che cosa devo pensare? Quello che pensereste anche voi, immagino: cioè che sono spie, forse anche qualche addetto alla Hasbara in lingua italiana. (La Hasbara è ufficialmente un ente governativo israeliano incaricato di diffondere nel mondo un’immagine positiva di Israele: in realtà è uno strumento del servizio segreto estero, il Mossad, diffuso in quasi tutti i paesi del mondo, che serve per contrastare opinioni anti-sioniste e filo-palestinesi servendosi di raffinate tecniche di comunicazione che includono disinformazione, falsificazione dei fatti, prove artefatte, disturbo, trolling in internet e via dicendo).
Naturalmente non li autorizzo ad entrare nel gruppo, così come ho bloccato alcuni sionisti che mi hanno minacciato di conseguenze “presso chi di dovere” (testuale) con messaggi privati.
foto di Paolo Di Mizio.
foto di Paolo Di Mizio.
Annunci