DI LEONARDO JATTARELLI

Leonardo Jattarelli

Sono sconvolto dalla morte di Sara, non riesco a farmi una ragione di un nero così nero che non è più un colore ma una macchia malata che corrode il cervello. Bisogna interrogarsi, fermarsi, riflettere, parlarsi, scendere nelle strade, nelle piazze, gridare che una quotidianità così è la morte prima che sorga un qualsiasi sole. Fermiamo anche per qualche minuto questa infernale macchina virtuale.

Annunci