DI CRISTINA GIUFFRIDA

CRISTINA GIUFFRIDA

 

 

Vediamo un pò
Cosa pensereste se Berlusconi avesse detto: “cribbio, non riesco a prendere i canali Rai. Se solo mi facessero aprire altre reti televisive, avrei potuto sentire cosa dicono di me?”
Avremmo riso, qualcuno si sarebbe giustamente indignato, qualcuno avrebbe detto: “ecco il venditore di pentole perfetto”, qualcuno si sarebbe rifatto a “ok il prezzo è giusto”.
Insomma, credo che nessuno (dei non facenti parte del codazzo di fans), avrebbe accettato un politico/venditore di pentole/pubblicitario nauseabondo.
E’ come l’omino del Dash che si immerge nella vasca per mostrare i miracoli del detersivo.
E’ come il tizio che mangia la mela dopo aver incollato, sapientemente, la protesi dentaria alle gengive.
E’ come vedere Mastrota che si sdraia sul letto prima di dirne il prezzo.
E’ come il Gianni Morandi che “spisella” i “piselli” per farsi immortalare nella funzione di “un uomo qualunque”.
Ebbene, ci risiamo.
Nel 2014, i giornali titolavano così: ” Il governo studia una riforma dell’ente di riscossione per attenuare la pressione sui piccoli debitori, e per somme fino a 2.000 euro stop alle cartelle esattoriali”.
Ieri, i giornali, titolavano così: “Renzi la spara grossa: “Addio Equitalia. Le multe si pagheranno via sms”
Dal Giappone, Renzi, vende pentole
Equitalia, Matteo Renzi: “Ho ricevuto una cartella di 2mila euro per una multa dimenticata”. “Ora mi tocca tirar fuori duemila euro ad Equitalia per una contravvenzione di tre anni fa” “Se avessi potuto pagare con un sms non me lo sarei dimenticato”.
Allora, su twitter c’è un aficionados di Renzi che, a prescindere, scrive; “ah cazzarooooooooooo”.
Il numero delle “o”, dipende dal grado di indignazione del momento.
Onestamente, adesso, verrebbe da scrivere un “ah cazzarooooooo…..” infinito.
Esattamente, quando mi dite che Renzi è un grande, a cosa vi riferite?
Mastrota, Morandi con i suoi pisellini freschi e la dentiera di nonno nanni, sono estremamente più credibili di questo piccolo imbonitore da strapazzo.
Non so esattamente il numero di cristiani che si sono uccisi a causa di equitalia, questo strumento di “morte civile” e spesso anche materiale ahimè.
Che un presidente del consiglio si permetta anche di  “bighellonare” su una piaga nazionale, non è accettabile.
Equitalia costituisce uno strumento di estorsione legalizzata, che opera una violenza amministrativa organizzata, con interventi di ricatto e terrorismo esattoriale. È la mano armata dell’esattore statale che agisce per conto del capitale finanziario internazionale, strutturata come un vero e proprio cappio da “cravattari”
Nel dramma “Cesare e Cleopatra”, George Bernard Shaw fa dire a Giulio Cesare che la vera occupazione dei conquistatori è la riscossione delle tasse e si sa come i Romani le riscuotessero manu militari, ovvero tramite la forza delle armi.
Ma Equitalia ha altresì la funzione di occultare il vero beneficiario delle sue malvagie procedure, come lo è il compito della politica.
Accà, nisciuno è fesso.
 
Annunci