DI UMBERTO SAMMARINI
umberto sammarini
Lo ricordo come se fosse oggi, il nefasto annuncio dei mitici ottanta euri, un’incazzatura di proporzioni bibliche. Era, chiaramente, una subdola marchettona politica in vista delle europee. Da buon Robin Hood de noantri, mi appiccicai con tutti i miei contatti giglini ( parola nuova, un incrocio fra i sorcini di Renato Zero e i grillini del M5S ) Mi resi conto che era una battaglia persa, per il premierino capoccione, non sarebbe mai esistita la flagranza di reato. Anche se veniva trovato con un mitra fumante in mano e dieci cadaveri intorno, non ci sarebbero stati dubbi per i giglini: un chiaro suicidio di massa. “È una porcata, doveva darli ai pensionati “ ” Tu sei uno che guarda al passato e non al futuro, ha fatto bene, i pensionati non hanno spese ” Da quel giorno sono diventato un Omeprazolo dipendente, causa violenti reflussi gastroesofagei. Ovviamente la marchettona funzionò, inutile dire ti sei venduto per ottanta denari, meglio averli che non averli. Pochi giorni fa è uscito lo scandaletto del Jobs Act, sòlona gigantesca, voucher, decine di migliaia di posti di lavoro dati a fantasmi. Non so dire per quale motivo, mi è balenato un pensiero “Le risate, dovesse succedere qualcosa anche con i mitici ottanta euri ” Che dire? Forse in me alberga lo spirito di un enorme gatto nero, quando ne avrò la certezza pianterò le tende davanti a Palazzo Chigi e diventerò un eroe nazionale come i marò. Un milione e quattrocentomila miracolati, dovranno restituire con un solo versamento, il frutto della refurtiva. Azzo, che batosta per i miracolati ma, soprattutto, che bastonata sulle gengive di Renzi con le amministrative alle porte e di seguito il referendum. La versione dei giglini è, come al solito, da Omeprazolo “Gli sta bene, in Italia ci sono troppi furbetti che approfittano della buona fede del Divino ” Bisogna essere comprensivi, la fede essendo tale non si può combattere, ci vorrebbero di nuovo i leoni. Il bonus non è stato richiesto ma elargito, in settecentomila, avendo altre entrate, hanno rinunciato. Essendo noto a tutti che lo Stato non ti regala i soldi ma te li scippa, tutti quelli che avevano una sola entrata, senza mettersi a fare calcoli cervellotico hanno preso per buona la regalia. Errore, questo non è un paese normale, qui governa Renzi. Così si è scoperto, che qualcuno guadagnava cinquanta o cento euro in più, del tetto massimo. Vabbè, ma non è finita, dovranno restituire i soldi anche quelli che guadagnano meno del tetto minimo. Perchè? Ovvio, tirerebbero in ballo un’altra fascia di poveracci. Io vi do un consiglio, voi fate come vi pare: non li spendere i mitici, nelle casse non c’è un cent. e il cetriolo si sta alzando in volo
Annunci