DI GIANFRANCO MICALI

gianfranco micali

Dario Nardella accusa di sciacallaggio chi getta sul renzismo la responsabilità della cattiva gestione di Publiacqua. Pochi “sciacalli” per la verità ( sia i grandi quotidiani che i Tg hanno già persino accantonato le immagini del crollo e dello sfregio accanto a Ponte vecchio) si sono limitati a ricordare che del vertice societario avevano fatto parte sia la Boschi che D’angelis, poi direttore de L’Unità, e ne è ancora presidente Filippo Vannoni,consulente del governo per le politiche economiche e marito dell’ex dirigente del comune di Firenze e capo di gabinetto di Palazzo vecchio, Lucia De Siervo.
Dario Nardella, sindaco del capoluogo toscano, ha già identificato nell’AD Alessandro Carfì, non appartenente al Giglio Magico, il solo responsabile, e ne ha in qualche modo sollecitato le dimissioni. Assieme al presidente Filippo Vannoni ? Macchè. I petali del Giglio magico sono intoccabili. Anzi. Volete scommettere che al posto di Carfì arriverà un leopoldino. La filosofia, già nota nella prima e seconda repubblica, è nota: ben vengano i disastri quando servono a consolidare il potere
Annunci