DI ANTONIA AGOSTA
antonio agosta
“A qualcuno piace caldo”. Storico film interpretato dall’attrice Norma Jean Mortenson, alias Marilyn Monroe, icona sexy senza tempo e dalla vita turbolenta. Oggi avrebbe compiuto novant’anni, modello femminile per eccellenza, divisa tra il divismo e il travestimento della realtà per nascondere il dramma della sua vita. Marilyn fu un’artista intelligente, ironica e dalla solitudine senza fine per un’infanzia travagliata e per dei matrimoni sbagliati. Sposerà James Dougherty nel ’42, poi il campione Joe Di Maggio nel ’54, e infine il commediografo Arthur Miller nel ’56.
Operaia di professione in una fabbrica di armamenti di mattina, e modella per caso di notte, la sua popolarità avrà inizio dopo l’incontro con David Conover, fotografo di professione, che la introdurrà al cinema. Le affideranno ruoli di  comparsa; e solo dopo avrà  parti significative che la proietteranno nel firmamento del cinema.
Sul suo conto grava l’ombra di una relazione con il presidente degli Stati Uniti d’America, John F. Kennedy, ucciso tragicamente a Dallas il 22 novembre del 1963  e con il fratello Robert Kennedy.
Marilyn morì prematuramente nella notte tra il 4 e il 5 agosto del 1962 all’età di 36 anni. Fu trovata senza vita nella camera da letto della sua casa di Brentwood, a Los Angeles  per una dose letale di barbiturici. Una morte strana, dopo un lungo periodo di depressione e il ricovero nell’ospedale psichiatrico per la dipendenza di alcol e psicofarmaci.
La città di Torino, nelle sale del Palazzo Madama, dedicherà una mostra alla diva dai capelli biondo platino. Saranno esposti oggetti appartenuti all’attrice durante le riprese cinematografiche di film importanti e del suo privato, come il vestito bianco indossato nel film “Quando la moglie è in vacanza”, e altri accessori che hanno caratterizzato il fascino di un personaggio reso popolare per la sua storia tormentata.
foto di Antonio Agosta.
Annunci