DI ITALO MOSCATI
italo moscati
Un delitto perfetto: sotto gli occhi dei passanti e degli automobilisti. Lo spettacolo della notte, gli spettacoli delle notti. Un altro delitto chiamato femminicidio, il nuovo genere della stampa e dei media. Va avanti con continuità. Muove lacrime, disperazioni, preoccupazioni. Regolarità. Roma si sta abituando. Notti e giorni di sensazioni, poi procede. Tra spazzatura che cresce, buche nelle strade e nelle teste, pensieri tremendi come l’acqua sul bagnasciuga lungo le sporche spiaggie del litorale. Sbandamenti. Ira. Rassegnazione? Una parola da cancellare, togliere, far sparire. Di fronte al sorriso innocente di Sara, colpevole di niente, che ha perso tutto: la vita e il sogno di amare, amare non per campare ma per esistere. Sara, vittima della brutta Roma che si sveglia nella mattina, in una impassibile bellezza di marmo e di storia.
Annunci