DI GIORGIO MAURI
giorgio mauri
Come un tamburo battente assistiamo da anni e anni alla nostra “classe dirigente” che ci ripete, con un sorriso di sufficienza, pressata dalla crisi, e con la disoccupazione che cresce per una scelta ben precisa (se si vuole l’inflazione sotto il 3% allora bisogna accettare che la disoccupazione superi il 12%), che
– I POSTI DI LAVORO NON SI CREANO PER DECRETO.
[ Si tratta di una affermazione che sembra lapalissiana, ma non lo è per niente, e il futuro del mondo del lavoro sempre più invaso dai robot/computer sarà risolto solo con “scelte politiche intelligenti”, quindi ora bisogna soprassedere per cause di forza maggiore ]
La stessa classe dirigente, dopo aver votato tutta insieme una pessima riforma elettorale (mantenendo le antidemocratiche Nomine) propone un cambiamento della costituzione giustificandolo con il motivo che occorre dare
– GOVERNABILITA’ ED  EVITARE INCIUCI
Mi chiedo:
1) è difficile capire che il buon governo è frutto di una buona classe dirigente ?
2) non è forse vero che la legge elettorale a doppio turno con premio bulgaro di maggioranza non evita l’inciucio, semplicemente lo anticipa ?
3) un paese infiltrato da poteri di ogni genere non verrà ancor più dominato dal malaffare se il soggetto da porre sotto attacco è uno solo ?
E allora mi domando se la nostra classe dirigente (Bersani, Bindi sono allineatissimi a Renzi) faccia finta di non capire oppure proprio non capisca una cosa semplicissima:
– UNA CLASSE DIRIGENTE VALIDA NON SI CREA PER DECRETO,
TANTOMENO NON SI CREA SFASCIANDO UNA COSTITUZIONE CHE E’ STATA CONDIVISA DA TUTTI
Nella fattispecie una domanda dobbiamo farcela: il M5S si presenta come forza allineata ai poteri forti (lo stesso Monti, Goldman Sachs, ebbe a dirgli: “se ne può parlare ).
Io non la condivido, ma se avessi dovuto scegliere l’avrei preferita a man basse a VERDINI, ALFANO, CASINI etc.
Non serve la riforma costituzionale per rendere governabile il paese, serve liberarsi dalle grinfie dei faccendieri della politica, gli stessi che ci propongono di cambiare la costituzione.
Votare NO è il minimo che una persona possa fare.
Annunci