DI GIULIA RODANO

giulia rodano

Il confronto televisivo mi ha proprio convinto a votare Stefano Fassina e Sinistra per Roma. Tutti i candidati, compresa la Raggi, copiano Fassina, quando possono e lo contrastano quando proprio non possono copiarlo. Ora tutti vogliono ricontrattare il debito, come Fassina sostiene, isolato, da mesi. Ma ricontrattare il debito vuol dire che quelli che hanno governato prima hanno accettato interessi insopportabili per la città. Hanno accettato le regole dell’austerità. ma Fassina è l’unico credibile, perché è l’unico che la ha combattuta, si è dimesso dal governo e se ne andato dal Pd contro l’austerità. E in fatto quando sono in gioco gli affari, vengono fuori le differenze. Sulle olimpiadi, dopo mesi di polemica portata avanti da Fassina, da solo, solo la Raggi si è convertita. Alla buonora. Peccato che fino a due mesi fa i 5Stelile sostenevano che loro sarebbero riusciti a fare olimpiadi “oneste”. E sulle ingiustizie e le disuguaglianze che decenni di modello Roma ha provocato nella città, Fassina resta solo, nella denuncia e nelle soluzioni.
Bisogna proprio avere in consiglio comunale la voce dissonante, espressione della Roma trascurata e abbandonata. E Fassina è l’unico che ce la può portare.
Annunci