DI  CLAUDIA BALDINI
claudia baldini
Finale Emilia, un paese a 20 km dalla mia casa. Un paese fortemente danneggiato dal terremoto 2012 che resterà per sempre scolpito nelle nostri menti. Una giunta piddina che usa i soldi della ricostruzione e giustamente decide di rifare una bellissima Scuola Media Inferiore. Qual’è la prima questione che si deve porre un politico-amministratore che ricostruisce dopo un si,ile evento?
A mio avviso dovrebbe , visto che sembra loro patrimonio culturale, leggersi il libro di Enrico Berlinguer La Questione Morale.
Dice , ehhh, ci mettiamo anche a leggere i libri con tutto quello che avevamo da fare. Certo che sì , o ce l’hai nel Dna, come i vecchi sindaci del PCI e di conseguenza la trasferivano sulle opere pubbliche, o studi.
Attenzione non è detto assolutamente che il sindaco o chi per esso sia complice dell’ “Affare Ndrangheta Aemilia” del cosiddetto cemento depotenziato. Che vuol poi dire poco armato e molta sabbia. Però , vedi se ce l’hai nel tuo DNA di amministratore che rivendica ogni giorno che Berlinguer è il suo esempio, il campione di controllo che per legge devi fare analizzare ad una società terza, non te lo fai mandare dai costruttori, ma piombi tu in cantiere senza preavviso e te ne prendi un pò. Non tu in persona , ma tu Comune terremotato.
Fino ai primi anni ’80, e questo lo dico per certo, come direbbe il Premier ‘ci metto la faccia’, i controlli erano fatti così. Potevamo accusare le amministrazioni rosse di favorire le Coop nelle opere , quello sì, ma i controlli erano esterni, privati da terzietà. Se andate a vedere tutti gli asili e le scuole e l’edilizia popolare direttamente commissionata dal Comune di Modena non ce ne è UNA , dico UNA che abbia subito danni superiori a crepe rimediabili. E parlo di costruzioni non antisismiche , ma con tanto cemento armato da far gridare allo spreco. Se fate come me ed andate vedere le direttive che il Comune dava agli architetti e geometri che esguivano il progetto delle strutture , troverete nell’elenco materiali sempre la massima proporzione secondo una tabella meccanica di armatura obbligatoria.
Poi , passarono i tempi e anche l’onestà. Ed ora questa bellissima scuola per i nostri piccoli?
Annunci