DI CLAUDIA BALDINI

claudia baldini

E’ inutile che il premier faccia finta di fregarsene di questo voto comunale del 5 giugno. Sta girando come una trottola a chiudere le campagne dei suoi fidi. Noi sappiamo che anche per la Sinistra è un test , il primo dopo Sinistra Italiana.
Quando uno vota per la sua città difficilmente dà un giudizio negativo del sindaco che ha votato. Perchè spesso ormai il cittadino non si interessa più di nulla. Una minima parte di quelli , già pochi, che vanno a votare, ha seguito i bilanci, le spese, il welfare del suo Comune. Quindi sempre più spesso la prima scelta non è, almeno nelle città, sul candidato, che spesso non si fa conoscere o non si conosce. E’ al partito. A meno che non succedano cose turche.
Ad esempio :
Sel ha archiviato il centro sinistra e sta puntando verso il congresso del nuovo soggetto unitario Sinistra Italiana. Ora è evidente che non si potrà da un giorno all’altro cambiare dappertutto. Io però ho notato un metodo che, mi pare strano definire casuale : quando il candidato sindaco è di Sel va bene anche se è in una lista col PD. Esempio classico Zedda a Cagliari. Sì è una continuazione, ma dove sta scritto che a Cagliari si può continuare e a Milano no?.
Non sono nemmeno state prese in considerazione alleanze alternative che pure ci sono. Il sindaco deve continuare.
Bene , dissento. Io non lo voterei. Sceglierei di votare Rifondazione Comunista. Che non vince, ma non mi importa. Non ci deve più importare di stare dove si vince. Chiaro? Il cammino sarà lungo come dite, ma se non lo cominciamo mai.
Altrimenti lo si dice chiaro e ognuno per la sua strada.
Milano : si vota Basilio Rizzo.
Tanta pena a causa degli ‘arancioni’ che a quanto pare fanno quel che vogliono. Non solo , ma si permettono qui in rete di schernire gli altri. Io spero che Sala non vinca. Come perchè? Che differenza c’è tra Sala e un altro di destra?. Che Sala è uomo di Renzi , gli altri no. Sarebbe meglio Sala? Perchè? Cosa abbiamo visto, forse un barlume di sinistra? Avete le traveggole voi, garantito.
Come fate sellini di Milano a votare un uomo che vi è stato imposto e contro il quale alle primarie avete messo candidati farsa?. Boh.
Torino : si vota Giorgio Airaudo
Fassino ha arruolato persino Livia Turco. Ve la ricordate? . Non è rimasta a battagliare insieme alla Bindi ; visto la mal parata per i vecchietti, si è messa in disparte, ed è stata premiata. E’ entrata alla corte di Fassino , anzichè essere rottamata. Spero tantissimo che l’amico di Marchionne , Fassino il suo primo alleato, sia battuto dal mio amico Fiom, Airaudo.
Roma : si vota il meglio, Stefano Fassina. Se i piddini pensano che Giachetti possa fare di testa sua , ricordo loro un certo Marino. Quindi se vogliono un candidato competente ed autonomo ( lasciato anche troppo solo ) possono averlo. Sinistra Italiana per Roma ha fatto del suo meglio.
Bologna : si vota Federico Martelloni , un giovane preparato prodotto della lista civica per Bologna in cui confluiscono tutte le Sinistre , finalmente
Chi non abita a Bologna o non legge le cronache bolognesi non può capire il male che Merola ha fatto in città. Dai nidi ,lotte da matti, agli sfratti ai senza casa e possibilità di averla , ordinato sgomberi a manganellate, ha proposto il vecchio domicilio fuori dimora per gli attivisti dei centri sociali che protestavano per gli sgomberi. Ha passato più tempo in convegni che in Municipio. Non alza un dito se Renzi non l’ha sentito.
Napoli : si torna a votare De Magistris, stavolta con anche la sinistra che lo sostiene. Con un innominabile come De Luca alla regione dobbiamo farcela e battere la Valente che ha vinto con i brogli le primarie.

Zedda Sinistra Italiana lo propone , ma io no.

Intendiamoci bene: nei paesi , dove è fatica trovare i candidati, io capisco che si facciano accordi poco coerenti. L’importante è farlo il sindaco. Perchè non lo vuole fare nessuno.
Ma nelle città la storia può essere coerente con le scelte di politica nazionale. Altrimenti la credibilità e le lotte intestine stanno in rapporto inversamente proporzionale

Annunci