DI MARCO FURFARO

marco furfaro

L’ultima volta che ho incrociato Buonanno ero in tv. Mi diede del “baluba comunista”, aggiungendo a suon di urla “vai a farti le pippe”. L’ho combattuto con tutto me stesso, perché era un politico pericoloso che emanava razzismo violento e arrogante contro chiunque. Ora non c’è più. E chi sta da questa parte deve concedere il silenzio, senza insulti e nemmeno ipocrisie, perché questo ci rende umani di fronte a chi in vita non lo sembrava per niente.

Annunci