DI ANNA LISA MINUTILLO

annalisa minutillo

La vittima 46enne ha aiutato la Squadra mobile ricordando di avere graffiato il volto dellʼ aggressore
Sono durate due giorni le ricerche che hanno incastrato il marocchino di 24 anni considerato dalle forze dell’ordine l’autore dello stupro che è avvenuto nei pressi della Stazione Centrale di Milano. La vittima, una 46enne italiana con qualche problema di droga nel suo passato, ha contribuito al fermo ricordando di essere riuscita a graffiare in pieno volto il suo aggressore. Il giovane si era avvicinato alla donna che cercava di acquistare delle sigarette a un distributore automatico e aveva iniziato a parlarle con modi gentili. L’aveva convinta così a seguirlo su una panchina in piazza della Repubblica e lì sarebbe avvenuta la violenza. Fondamentale il ruolo delle telecamere di sorveglianza sparse nella zona.
foto di Anna Lisa Minutillo.
Annunci