DI CHIARA FARIGU
CHIARA FARIGU
Singolare sentenza del giudice civile di Bologna Alessandra Arceri che impone al Ministero della Giustizia e alla Presidenza del Consiglio il risarcimento di ben 100.000 euro alla madre di Rossana Jane Wade, strangolata dal fidanzato 25 anni fa.
La motivazione della condanna è per l’inadempimento dell’Italia di una direttiva europea, che prevede l’indennizzo dello Stato in caso di reati violenti dolosi quando non sia possibile conseguirlo dal reo“. Ed il “reo”, cioè l’allora fidanzato Alex Maggiolini, fu condannato per l’omicidio a 15 anni e 8 mesi e al risarcimento delle parti civili. Risarcimento che non ha mai avuto luogo per il fatto che al momento del delitto l’uomo risultava nullatenente.
Rossana, all’epoca dei fatti aveva solamente 19 anni. Lavorava, per mantenersi, in un bar a Fiorenzuola, un piccolo centro in provincia di Piacenza. La madre, appresa la notizia, parla di “sentenza simbolo, non so cosa dire. Mia figlia mi mancherà sempre. La verità è che noi familiari facciamo l’ergastolo, mentre le pene per chi uccide non sono sufficienti. Infatti, lui, l’assassino, ha scontato solo 12 anni di carcere, poi è riuscito a sposarsi ed avere figli. Questi femminicidi , ha ribadito, sono logoranti, ogni volta che succede fa male allo stomaco anche a me, penso ad altri genitori che non potranno avere una giustizia giusta”.
foto di Chiara Farigu.
Annunci