DI ELEONORA DE SANCTIS
eleonora de sanctis
Mered Yehdego Medhane, eritreo di 35 anni, arrestato in Sudan ed estradato in Italia, è uno tra i più rilevanti trafficanti di esseri umani del mondo. Ieri sera l’aereo che lo ha condotto in Italia è atterrato a Roma.
Le indagini che hanno portato al suo arresto, condotte dalla Procura di Palermo, hanno attestato che l’uomo, latitante da diversi anni, è uno dei più importanti coordinatori dell’organizzazione di viaggi via mare verso le coste siciliane. Sembra che l’eritreo abbia gestito personalmente il lavoro dei trafficanti responsabili della “rotta terrestre” africana e che mantenesse contatti diretti con diversi complici in Europa (particolarmente nei Paesi Bassi e in Scandinavia). Dalle intercettazione telefoniche, raccolte dal pm di Palermo, è emersa la rilevanza internazionale del fenomeno criminoso. Dalle indagini sembra che il boss si spostasse continuamente tra Libia, Sudan, Etiopia, Eritrea, Emirati Arabi e diversi paesi europei, producendo enormi profitti, frutto del disprezzo per la vita umana.
Annunci