DI PAOLO BROGI
paolo brogi
Sono contento che questa assurdità di essere chiamato in un’aula giudiziaria per aver “diffamato” il boss mafioso Mariano Agate si concluda con l’assoluzione dell’accusato, il collega Rino Giacalone. E sono contento perché è stato assolto da una corte che ha richiamato l’articolo 21 della Costituzione.
Per chi non lo conosce voglio solo aggiungere che Rino Giacalone è stato, per tutto il lungo periodo in cui si è svolto a Trapani il processo d’assise per l’omicidio di Mauro Rostagno il cronista che udienza dopo udienza ha riassunto il dibattimento pubblicando i suoi resoconti sulla pagina facebook dedicata al processo (Processo per l’omicidio di Mauro Rostagno). Un servizio assai importante svolto da quell’estremo lembo d’Italia per chiunque volesse saperne qualcosa (visto che i grandi media se ne sono occupati sporadicamente…). La sua incriminazione era suonata come una vile rappresaglia nei confronti di un giornalista coraggioso e la sua assoluzione è accolta dunque ora con grande soddisfazione dalla comunità che è riunita intorno alla memoria di Mauro.
Annunci