DI MASSIMO WERTMULLER
massimo wertmuller
La cosa più sorprendente di queste elezioni comunali, e questo vale soprattutto per i romani, non è certo l’esito di certi risultati, oppure,anche se qui davvero fai fatica a capire, chi ha votato a Roma per Salvini- ma come?due minuti fa Roma era ladrona e i romani li odiava, poteva mai essere “il meglio”per loro?- che avrebbe chiesto senz’altro potere se avesse vinto la Meloni essendo stato suo alleato in queste elezioni. No,non è questo a sorprendere,ma chi non è andato a votare. Ancora con l’assenteismo? Non l’avete imparata la lezione? Che, tanto, se non andate alla cabina elettorale ma a quella balneare, comunque ci sarà qualcuno che gestirà in ogni caso la vostra, VOSTRA, casa! A me oggi ancora fanno ridere, o piangere, quelli che in generale dicono”io non mi occupo di politica”, perchè comunque, dal momento che nasci, come cittadino, sei animale politico. L’unica differenza che puoi apportare tu è essere protagonista di un cambiamento, di una scelta per governare casa tua, tua e non di un altro. Semmai, se non credi ai cambiamenti, vai a espletare questo tuo diritto/dovere annullando la scheda nella votazione. Impossibile per l’Italia, a questo punto, non è cambiare la storia, ma ormai, la pigrizia che cerca alibi, certe abitudini anche mentali e l’educazione civica degli italiani. Che infatti, nella Storia, hanno sempre demandato,demandato,e poi si sono lamentati e lamentati…che vergogna. E che peccato

festa-della-donna-diritto-voto

Annunci