DI DAVIDE VECCHI
davide vecchi
Sono tornato a Milano. Mancavo da prima del voto. Il clima è decisamente cambiato. Ma non come auspicava Renzi. Il Pd, che prima credeva di vincere a mani basse con Sala, è letteralmente e visibilmente terrorizzato dal ballottaggio. Non tanto perché hanno capito di aver sbagliato candidato ma piuttosto perché l’avversario si è dimostrato migliore. Se a Roma sono arrivati a promettere appalti e soldi con le Olimpiadi, a Milano non riescono a trovare nulla di concreto e si limitati a usare come spauracchio il fatto che se Parisi dovesse vincere in Comune arriverebbero Salvini, Gelmini, La Russa e i vari personaggi dell’era Letizia Moratti. E fa un po’ sorridere che proprio il Pd, con Berlusconi e Verdini alleati fondamentali per il Governo, usi lo spauracchio “eredi pdl”. Fa ancora più tristezza se si pensa che a Milano il loro candidato Sala è politicamente cresciuto proprio alla corte di Moratti sindaco. Cari amici del Pd o cambiate strategia o rassegnatevi alla sconfitta
Annunci