DI ANNA LISA MINUTILLO
annalisa minutillo
Era stata la figlia della donna, preoccupata perché non riusciva a contattare la madre a dare l’allarme.
Avrebbe ucciso la ex moglie nascondendone successivamente il cadavere sull’altopiano carsico al confine della Slovenia. Queste sono le accuse con cui la polizia ha arrestato l’ex marito della 37enne serba scomparsa il 26 aprile scorso a Trieste. Gli uomini della Squadra mobile hanno eseguito il provvedimento di fermo dopo essere venuti in possesso di svariati indizi di colpevolezza che hanno consentito di fare luce sui fatti. L’uomo ha confessato.
La scomparsa di Slavica Kostic (questo il nome della donna scomparsa) era stata denunciata dalla figlia, messa in allarme dal silenzio che regnava da subito dopo l’arrivo in Italia della madre. La donna era giunta in Italia per lavorare tre settimane come badante a Trieste. Dopo il suo arrivo in città non aveva più risposto al telefono.
Come già successo in situazioni simili, la Kostic appena arrivata a Trieste si sarebbe dovuta fermare a dormire a casa dell’ex marito, residente in città.
Annunci