EMILIO D’ALESSANDRO, IL TUTTOFARE ITALIANO DI STANLEY KUBRICK

DI GIOVANNI BOGANI “Ogni volta che suona il telefono, ho ancora l’impressione che sia Stanley Kubrick”. No, non sono i vaneggiamenti di un folle, ma dell’unica persona che le telefonate di Kubrick le riceveva davvero, ad ogni ora del giorno e della notte: Emilio d’Alessandro. Stanley Kubrick, il regista di “2001 Odissea nello spazio” e… Read More EMILIO D’ALESSANDRO, IL TUTTOFARE ITALIANO DI STANLEY KUBRICK

CANNES. “UNA SEPARAZIONE”, DI FARHADI, FILM CHE COLTIVA LA DISCREZIONE DELLO SGUARDO

DI GIOVANNI BOGANI La vita normale di una coppia a Teheran, due persone perbene, oneste. Lui insegna in un liceo, sa essere affettuoso e giusto con i suoi ragazzi: e insieme alla moglie, preparano a teatro Morte di un commesso viaggiatore. Una vita tranquilla. Minata, già all’inizio del film, da un evento inquietante, eppure assorbito… Read More CANNES. “UNA SEPARAZIONE”, DI FARHADI, FILM CHE COLTIVA LA DISCREZIONE DELLO SGUARDO

E ALLA FINE ARRIVA “ELLE” DI PAUL VERHOEVEN

DI GIOVANNI BOGANI L’avevamo lasciato, idealmente, a “Basic Instinct”, Paul Verhoeven. E lo ritroviamo, più o meno, da quelle parti. Una donna coraggiosa e sfrontata, che all’inizio del film viene violentata, e quasi non fa una piega, si organizza, e vediamo chi è più forte. L’amore, o meglio il sesso, che secondo Verhoeven non possono… Read More E ALLA FINE ARRIVA “ELLE” DI PAUL VERHOEVEN

CANNES. E’ LA VOLTA DI “ELLE” CON LA STRATOSFERICA ISABELLE HUPPERT

DI GIOVANNI BOGANI “Elle”, ovvero Lei. In concorso, a Cannes. Lei è una Isabelle Huppert stratosferica. Credevi di averlo visto tutto, il potenziale di questa attrice. E invece ti accorgi che riesce a fare ancora più di sempre: sa dare peso, significato, profondità a ogni minimo increspare di labbra, a ogni infinitesimale stringere di occhi.… Read More CANNES. E’ LA VOLTA DI “ELLE” CON LA STRATOSFERICA ISABELLE HUPPERT